Il venditore di stampe (di Fulvio Ichestre)

Ott 02, 14 Il venditore di stampe (di Fulvio Ichestre)

Fulvio Ichestre

Pensionato

La nostra prima volta. Credo al sesto piano di Botteghe Oscure a metà degli anni ’80, quando si occupava di pubblicità per le feste nazionali de l’Unità. Una persona molto per bene… Rompiscatole. Come tutti i veri comunisti italiani.

Il venditore di stampe

Parigi, inverno 2012

La foto. In un mercatino ambulante dalle parti di casa di Maria Chiara Prodi, sembrava un professore sul punto di recensire ogni opera che accarezzava con gli occhi…

 

Grzegorg operaio specializzato dei cantieri di Gdansk ai tempi di Walesa è ormai per tutti Grégoire.
L’incontro casuale con Odette in visita alla Basilica di Pelplin è stato la svolta nella vita.
Agli amici dice che vendere stampe e vecchie foto sul Lungosènna lo riporta agli anni della gioventù nel suo paese, Tczen sulla Vistola.
Ci va ancora di tanto in tanto per procurarsi nuovo materiale e questi suoi viaggi sono speciali perché anche recarsi là è già un ritorno a cui ne segue un secondo verso la sua nuova vita di bouquiniste.
A Parigi si dice che quel mestiere sia una vocazione ma per Grzegorg – Grégoire è solo un modo piacevole per tenere insieme due mondi, due vite.

 

Per completezza, ho copiato e incollato il post del blog di Fulvio Ichestre che si è occupato di Eclettismi…

Claudio CAPRARA ha inventato un nuovo GIOCO DI RUOLO ( nome: ECLETTISMI – qui ).

Trovo che sia un’idea splendida e dato l’individuo e le sue frequentazioni non mi stupisce più di tanto.

Lui ha fatto migliaia di scatti e ha tenuto le foto. Ora ne ha mandate alcune a varie persone e persino a un nessuno come me chiedendo a ognuno di PARTECIPARE commentandole o scrivendo una breve storia, quella che la foto poteva produrre nella nostra mente. E in molti ed eterogenei hanno risposto. Ed ecco nascere una mostra del tutto, foto, commenti, racconti. Domani 3 Ottobre la presentazione a Imola e poi le altre date.
A me ha mandato la foto di un bouquiniste, un venditore di stampe del LungoSenna di Parigi.
Io gli ho mandato praticamente subito il mio racconto e i miei schizzi. Non ho faticato. Ho guardato per 10 minuti il volto dell’uomo e ho visto quello di un caro amico operaio dell’INMA, Soncini e poi le stampe che vendeva, polacche.
Da lì a pensarlo come un operaio polacco dei tempi di Solidarnosc c’è voluto poco, ed ecco la mia storiella:

Il veneditore di stampe - come lo si vedrà alla mostra di Imola

Il venditore di stampe – Come lo si vedrà alla mostra di Imola

Ecco il mio Grzegorg :

Il Grzegorg di Fulvio Ichestre

Il Grzegorg di Fulvio Ichestre

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.